Just another NoNuke site

Quanta energia serve per creare energia?

Nel 1950 per tirar fuori 100 barili di petrolio bastava l’equivalente energetico di un barile di petrolio, perché i giacimenti maggiori erano facilmente raggiungibili. Questo rapporto tra energia ottenuta ed energia impiegata – noto con l’acronimo inglese EroEI (Energy Returned on Energy Invested) – nel settore petrolifero iniziò a scendere rapidamente al di sotto di 80 nel giro di un decennio e durante gli anni Sessanta precipitò a 30. In quel decennio si scoprirono nuove riserve per oltre 220 miliardi di barili di petrolio, un record. Nei tre decenni successivi sono state scoperte riserve per soli 22 miliardi di barili.

Appena dopo la crisi petrolifera del 1973, l’ERoEI per il petrolio era sceso a 20 e da allora, pur rallentando la caduta, si è ridotto ulteriormente. Oggi si stima che l’ERoEI per il petrolio sia inferiore a 10. La situazione non è molto diversa per altri combustibili fossili tradizionali. Anzi, per alcuni come il carbone è ancora più basso (e lo stesso vale per i biocarburanti) mentre per la produzione di energia nucleare è di poco superiore a 10. Certo, questo numero rappresenta una media stimata e cela vaste differenze, per esempio tra gli enormi giacimenti nei deserti dell’Arabia e quelli che si trovano a chilometri dalla superficie del mare…

(continua qua)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...