Just another NoNuke site

Che idea!

Roma, 9 apr. (TMNews) – La Tepco cercherà di evitare l’ulteriore contaminazione delle acque del Pacifico erigendo sui fondali delle enormi barriere di metallo che impediscano all’acqua radioattiva di diffondersi. I tecnici e gli operai dell’impianto nucleare di Fukushima – gravemente danneggiato dal sisma e dallo tsunami dell’11 marzo – hanno cominciato ad alzare delle barriere in un canale tra il mare e il reattore numero 2.

Secondo la televisione pubblica NHK, che cita il gestore dell’impianto atomico, il livello di radioattività delle acque dell’Oceano davanti a Fukushima è chiaramente aumentato: gli ultimi dati rilevano una presenza di iodio radioattivo 2.800 volte superiore ai dati precedenti. Il giorno prima i livelli superavano di mille volte i limiti consentiti.

Cinque giorni fa la Tepco si era vista costretta ad iniziare lo sversamento in mare di 11.500 tonnellate di acqua “debolmente” radioattiva, quella utilizzata per raffreddare manualmente i reattori, dopo la rottura dei circuiti di raffreddamento.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...