Just another NoNuke site

“L’Italia non intende abbandonare il proprio programma nucleare”

ti faccio brutto

Lo ha ribadito il Sottosegretario allo Sviluppo Economico, anche se ha ammesso che Fukushima non è stato un toccasana per i progetti del Governo. “Il futuro dell’energia nucleare ha subito un colpo fortissimo,” ha dichiarato Stefano SagliaSottosegretario allo Sviluppo economico con delega all’Energia. “Adesso le centrali presenti in Europa saranno oggetto di verifica. In Italia abbiamo deciso di non abbandonare il programma, ma solo di sospenderlo per 12 mesi per capire quali saranno i risultati di questo lavoro internazionale.” Traduzione: non possiamo continuare a pensare alle centrali, per ora, per via dei problemi in Giappone e soprattutto perché a maggio ci sono le amministrative. Poi si vedrà come gira il fumo (radioattivo).

ANDARE A VOTARE AL REFERENDUM – Silvana Mura, deputata Idv, commenta: “Le parole del sottosegretario allo Sviluppo economico con delega all’Energia Stefano Saglia sono molto importanti perché rendono evidente quello che il governo sta cercando di nascondere, ovvero che il programma nucleare non è stato affatto abbandonato ma solo momentaneamente messo in sonno per non perdere voti alle amministrative e soprattutto nella speranza di scantonare il referendum. Dunque l’unico modo per evitare tranelli che sicuramente ci saranno, ma soprattutto per essere sicuri che in Italia non si possa mai verificare un disastro come quello di Fukushima, è andare a votare ai referendum del 12 e 13 giugno prossimo.”

SCELLERATO PROGETTO – “Il sottosegretario Saglia smentisce il Ministro dell’Economia Tremonti. Il governo non ha abbandonato il programma nucleare: sta solo usando la moratoria solo per boicottare e affossare i referendum di giugno per poi continuare con le procedure per costruire le centrali”. Lo dichiara il Presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli, che aggiunge: “Le parole di Saglia svelano definitivamente l’inganno del centrodestra sul nucleare. Il progetto è chiaro. Per prima cosa si vogliono sabotare scientemente i referendum bloccando l’informazione sulla consultazione e disinformando sui rischi dell’energia atomica, come sta accadendo in queste ore su Fukushima che, nonostante la gravità dell’emergenza, sta sparendo dai media. Il secondo atto sarà quello di strumentalizzare gli ‘stress test’ per i reattori atomici che saranno fatti in Europa: a questo punto il Governo cercherà l’alibi per ripartire con il programma nucleare, magari spacciando i reattori prodotti dalla statunitense Westinghouse come sicuri. È necessario fermare sul nascere questo scellerato progetto. L’unico modo per farlo e’ andare a votare ai referendum.”

INCENTIVI PER IL SOLARE – Queste cose sul nucleare Saglia le ha dette a un convegno sulloShale Gas (il gas ottenuto dalla frattura indotta delle rocce). Riguardo allo shale gas dice che è una cosa fantastica, peccato che è: costoso, di non facile estrazione, che per produrlo sia necessaria una grande quantità d’acqua e che in Italia non ci sono giacimenti. Utile davvero. Ma sarà proprio così? Comunque Saglia ha anche detto che entro settimana prossima avremo un decreto sulle energie rinnovabili. Ci saranno incentivi per il solare, con un tetto sulla spesa e non sulla potenza. Evviva, magari forse potremmo anche pensare, intanto che il sogno governativo delle centrali nucleari resta nel cassetto per un anno ancora, a produrre energie alternative.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...